Ricordi de cartone

Posted by

 

Vecchia fotografia sguarcita

volata da ‘na piega der cassetto,

a ricordamme un’epoca finita,

quanno nissuno me l’aveva detto.

 

Davanti all’occhi trenta monellacci

stampati lì, sortanto pe ‘r momento

de ‘na posa, tra ‘n volo de li stracci,

e mette ‘nsieme quer componimento.

                 

Vedo li zompi e sento le scoregge

de st’ ucelletti, pronti pe’ volare,

senza confini  ma ‘na sola legge…

Caro Maestro de quinta elementare

 

Quante cose legate a quell’età

che sà d’inchiostro de gesso e de lavagna.

Quanti ricordi ch’ho lasciato là …

In quella vecchia scòla de campagna.

                 

Quanti sospiri e quanta nostargìa

in quer piccolo pezzo de cartone!

L’avresti detto che ‘na fotografìa

me faceva venì ‘sto mammatrone?

 

 

                                                                          1959 – paolo e marcello

 

Come potrei vivere senza ricordi? Luoghi, persone, risate e lacrime, sarebbero morti.                                     I ricordi sono la porta per rientrare nel mio cielo.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *